Gli odori dei miei ricordi

Si tratta dello spettacolo tratto dal romanzo “Verità” di Pasquale Ferro in cui la dualità dei protagonisti è il cuore principale della storia: la diversità dei due personaggi principali è infatti talmente stridente da esaltare le caratteristiche l’uno dell’altro. Il primo biondo, sensibile e puro uno, l’altro invece scuro e viscido. Diversi e pur tuttavia così simili in una sofferenza che ha come unica differenza soltanto il punto d’arrivo: sono infatti le azioni che si compiono a mostrare infine le persone per ciò che poi sono realmente.

La regia, onirica e sensibile, si adatta perfettamente alla storia dei due  protagonisti senza che essa debba uniformarsi alla regia. Si tratta di uno spettacolo che indaga nella psiche, scandaglia l’animo umano facendo luce sulle paure di un’esistenza che sia pur tormentata riesce sempre a trovare la forza di reagire alle avversità della vita.

Testo di Pasquale Ferro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *