Nuntereggae più Rino

Cronaca di una notte, cronaca di una vita vissuta volutamente sopra e sotto le righe ma mai all’interno di esse. Rino Gaetano è stato e rimane il più lucido interprete della società italiana della metà degli anni ’70.

Ma è ascoltando e riascoltando le sue canzoni, che, si capisce come questa società, seppur mascherata è rimasta la stessa di allora. Con le stesse contraddizioni ed ingiustizie: con un sud che diventa sempre più nazione a sé, con morti dovute ancora alla mancanza di dottori e di letti e con politici che per salvare “la dignità mondana” sono ancora disposti a mandare tutto “a puttana”.

Questo spettacolo oltre ad essere un omaggio ad un cantautore che da solo aveva denunciato gli orrori dell’atomizzazione della società (Mio fratello è figlio unico) vuole essere anche un pretesto, uno spunto per riflettere, con uno sguardo ironico, divertito e divertente come Rino ci ha insegnato a fare, sulle condizioni del nostro paese (Aida).

Regia di Vincenzo Borrelli, testo di Vincenzo Borrelli e Angelo Vanzanella.

DSC_0084
DSC_0081

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *